Bomb alert project
Bomb alert project

La guerra è inevitabilmente causa di dolore, crea fratture non solo nei luoghi, ma anche nelle persone che hanno subito la forza dei bombardamenti. I volti di coloro che, nonostante tutto, sono sopravvissuti alle violenze di quel giorno. I bombardamenti su Roma nella seconda guerra mondiale sono avvenuti in diverse occasioni nel 1943 e nel 1944, principalmente da parte degli Alleati e in misura minore da parte degli aerei dell'Asse, prima che la città fosse invasa dagli Alleati il 4 giugno 1944. Papa Pio XII inizialmente non riuscì a far dichiarare Roma città aperta, attraverso trattative con il presidente Roosevelt tramite l'arcivescovo (poi cardinale) Francis Spellman. Roma fu infine dichiarata città aperta il 14 agosto 1943 (un giorno dopo l'ultimo bombardamento alleato) dalle forze in difesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top